Il Palazzo

Palazzo dei primi del ‘900…

A piano terra, varcata la doppia porta di accesso – composta dal portone originale in legno e una porta interna in metallo – l’ampio ingresso è corredato da un piccolo ripostiglio e da uno spazio di servizio collegato al giardino privato cui si può accedere mediante una porta finestra.

Con un’unica rampa di scale si accede al luminoso disimpegno del primo piano su cui si aprono la cucina abitabile – che con un terrazzino si affaccia direttamente sul giardino privato – l’ampio soggiorno con triplo affaccio e la scala di accesso ai piani superiori. Allo stesso piano dal soggiorno c’è una spaziosa e luminosa camera da letto che, sia per la posizione isolata che per la presenza di predisposizioni impiantistiche (che rendono agevole la realizzazione di un bagno privato), conserva la vocazione di appartamento per gli ospiti.

Dal corpo scala centrale si raggiunge il secondo piano che ospita una camera da letto singola, un bagno e la spaziosa e camera patronale dotata di una grande terrazza affacciata sul giardino privato con vista sui boschi circostanti.

 

Con la stessa scala si può accedere al sottotetto; la soffitta, che copre l’intera superficie del secondo piano, attualmente è inutilizzata ma totalmente praticabile e predisposta per ospitare anche un piccolo bagno.

 

Il giardino privato è suddiviso in due parti: una porzione pavimentata – patio – ed una grande parte di verde profondo, già piantumata con alberi da frutto e siepi a disegnare un classico giardino all’italiana. Dal patio, è possibile raggiungere la cantina cui si può accedere anche direttamente dalla strada che costeggia il Palazzo e dalla quale si accede anche al box.

 

Le facciate esterne, gli infissi e la struttura dell’edificio sono state conservate e manutenute in maniera impeccabile ; il palazzo necessita soltanto di una ristrutturazione degli impianti interni e di un intervento di tinteggiatura per poter essere abitabile da subito.
Scroll to top